Che ha annotazione l’esperto dei media Farhad Manjoo, piuttosto giacche un mistico, Zuckerberg e soprattutto un «reattore».

Che ha annotazione l’esperto dei media Farhad Manjoo, piuttosto giacche un mistico, Zuckerberg e soprattutto un «reattore».

Nella Silicon Valley lo chiamano, accompagnandolo per mezzo di un riso, The Zuck’s playbook, il manuale di Mark Zuckerberg: e il regola, semplice e impressionante, del fondatore di Facebook di protestare alle peggioramento in quanto negli anni hanno travolto l’azienda. Per accingersi dalla avanti, datata 2006, in quale momento l’introduzione della parte Notizie — regolata da un algoritmo giacche decide cosa assistere — suscito l’ira di alcuni utenti. In quell’istante come oggidi, intanto che lo infamia Cambridge Analytica si abbatte sopra Facebook — denunciato di aver condiviso unitamente unito psicanalista di Cambridge i profili di 50 milioni di utenti, senza il loro approvazione, finiti indi nelle mani della allarmante ente di marketing — il atto di Zuckerberg segue un pattern consueto: oblio, attesa, un post di scuse sul suo fianco Facebook, e un qualunque incontro durante sostenere perche l’azienda e al prodotto in sistemare il questione.

In dirla con le parole di Ari Waldam, capo dell’Innovation Center for Law and Technology della New York Law School: «Ogni evento perche viene svelato un abito sgradito, Mark Zuckerberg si difesa e ammette, mediante una aspetto ovvero nell’altra, in quanto Facebook ha rinnegato la reputazione dei suoi iscritti.

Alle spalle di perche, la compagnia fa un cammino in coraggio verso la spiegazione, che e perennemente minore e incompleto: puo esprimere migliorare alcuni lemma nella policy sulla privacy, ridisegnare la squadra perche nel caso che ne occupa, pero alla fine, l’azienda dimostra giacche non ha alcuna intenzione di acciuffare sul austero la privacy dei propri utenti».

Da mentre il social sistema affinche conteggio ancora di 2 miliardi di iscritti e governo gettato, il proprio lista e condizione soprattutto quegli di appoggiare antidoto con affaticamento verso tutti gli errori giacche si mostravano allungato il viaggio: comunicazione discriminatorie, pedopornografia, cyberbullismo, elenco sbagliata di clic e videoviews, violazioni di accordi, omicidi in diretta, fake news e infiltrazioni di potenze straniere. Mediante tutti i casi, l’azienda di Menlo Park ha accompagnamento lo uguale modello per cingere il dilemma: indugiare verso mente alta che la uragano passasse.

Malgrado cio, in intuire maniera siamo arrivati per Cambridge Analytica, e ovvio diventare alle origini. Facebook nasce nel 2004 in un condizione perche unisce alla assenso indiscussa nella tecnologia che espediente in abbellire il societa, l’assenza assoluta di leggi a causa di regolarne lo aumento. «Con tere le persone di complesso il ripulito» non e solo il visione di un ragazzino di Harvard mediante un’ambizione spropositata e non molti difficolta per integrarsi, ciononostante l’utopia di uomini e donne che credono nel autorita di inter di addolorare confini, gerarchie e ingiustizie vecchie di secoli. E percio, approfittando del scarico legislativo e dell’entusiasmo della associazione, affinche Facebook cresce a dismisura negli anni, trovando nei dati dei suoi iscritti — nei loro gusti, abitudini, preferenze, opinioni e nelle loro relazioni — il insolito oggetti preziosi del XXI periodo. Il detto, pericolosissimo, e nondimeno lo proprio: «Move fast and break things». Oppure: muoviti subito e rompi insieme.

Ovverosia arpione, in tempi con l’aggiunta di recenti, messo fondo corso attraverso l’incapacita dell’algoritmo di Facebook di separare il vero dal ingannevole, riesce verso trasformarsi da diffusore di bufale ad anelante avallante della corretta insegnamento degli utenti.

Sopra questa pista per ostacoli ci sono aspetti in quanto Zuckerberg riesce ad abbigliare speditamente: verso esempio, realizza mediante inconsueto celerita il spostamento da una basamento specie a moderazione (pubblicitaria) di pc per una cosicche al giorno d’oggi vive al 90 attraverso cento di ricavi giacche provengono dalla promozione sopra mobilio.

Ciononostante sono per molti verso confidare perche la avvenimento di Cambridge Analytica tanto diversa dalle precedenti, giacche — modo nessun’altra inizialmente — obbliga l’azienda a assistere sul proprio Dna, costringendola a ripudiare cio che le ha accordato di diventare la elenco singolo.

I dati durante podere della controversa agenzia britannico, che ha il mario tista della dritta populista Steve Bannon in mezzo a i suoi consiglieri, non sono stati rubati unitamente un qualunque ingegnosita complicata e innovativa, ma sono stati alla buona «passati» da un soggetto all’altro durante una scala progressivo di interessi commerciali e politici della piattaforma. L’uomo da cui totale brandello e un tenero studioso polacco cosicche — all’inizio degli anni Duemila — vuole impiegare la possibilita del insolito social rete informatica ai fini della conoscenza. Si chiama Michal Kosinski e si occupa di psicometria, la conoscenza cosicche studia la persona famosa di un soggetto. Il norma contro cui lavora e massima «Ocean», idoneo acronimo affinche si basa riguardo a cinque aspetti della psiche: entrata psichico, stima direzione gli prossimo, accuratezza, socievolezza e costanza emotiva. Il scienziato e evidente affinche, sulla base di questi parametri, cosi verosimile riconoscere le caratteristiche psicologiche di un tale. Avvenimento, se non https://datingranking.net/it/fatflirt-review/ una ripiano insieme milioni di persone, poteva abitare piuttosto pratico in controllare il suo regola? Fu percio in quanto Kosinski, approdato all’ateneo di Cambridge, comincia per usare riguardo a Facebook un selezione della personaggio, i cui risultati — uniti ad altre informazioni disponibili sul social rete informatica — riescono a provvedere un contorno abbastanza esatto di un essere indulgente. «Nel 2012», scrive il ebdomadario svizzero Das Magazin, «Kosinski dimostro in quanto insieme una media di 68 like dati da un utente verso Facebook periodo realizzabile indovinare il aspetto della cotenna, l’orientamento del sesso, l’appartenenza prassi» e alquanto diverso. Sebbene l’entusiasmo verso i risultati, lo ricercatore intui la dannosita di quel impianto al segno da compilare buio verso latteo in quanto le sue scoperte (perche saranno prese e «rivendute» per Cambridge Analytica dal collega Aleksandr Kogan) potrebbero «costituire una rischio in la cintura delle persone».

Nella dipendenza cosicche unisce il indagatore con buona fiducia Kosinski al maligno umanita di diffusione Alexander Nix, l’ex Ceo di Cambridge Analytica affinche avrebbe favorito l’ondata populista sopra ovest, c’e la cambiamento di inter nel oltre a superbo attrezzo di insieme di dati sugli individui e, di conseguenza, nella oltre a grande arma di marketing, elettorale e mercantile.

Sebbene Zuckerberg abbia protetto nei giorni scorsi affinche con compagnia stanno candidato tutti i contratti stipulati negli anni con le app presenti sul social rete informatica attraverso assimilare chi e quando avrebbe caduto a «terze parti» le informazioni degli utenti, l’attenzione sembra capitare adesso una cambiamento sui dettagli: Facebook — sostiene l’esperto di privacy Woodrow Hartzog — «ha prodotto un campione incredibilmente conveniente, tuttavia al eta proprio incredibilmente fragile da sfruttare». Al di in quel luogo delle intenzioni del iniziatore, e proprio il metodo verso cui si regge Facebook — una mole imponente di dati personali in quanto possono avere luogo perfettamente sfruttati dalle aziende a causa di fini commerciali di sbieco un sistema denso — ad aver cambiato, appena ha nota la sociologa Zeynep Tufekci, il social work mediante una «gigantesca dispositivo di sorveglianza».

Geef een antwoord

Het e-mailadres wordt niet gepubliceerd. Vereiste velden zijn gemarkeerd met *